Un approccio integrato per la gestione della FLUTD

La gestione della malattia delle basse vie urinarie del gatto (FLUTD)

Nei casi di FLUTD è importante una corretta idratazione, infatti i gatti con un’urina meno concentrata hanno un ridotto rischio di sviluppo di cistite idiopatica felina, come anche di formazione di cristalli e calcoli1. I gatti sono spesso attratti dall’acqua corrente quindi l’uso di fontane d’acqua può aiutarli a bere di più. Inoltre è importante consigliare ai proprietari di utilizzare ciotole in vetro o metallo, poichè quelle in plastica possono alterare il gusto e l’odore dell’acqua.

L’approccio dietetico di un paziente con FLUTD è spesso il primo passo nella sua gestione a lungo termine. È ben noto il ruolo della nutrizione nel contribuire alla dissoluzione dei calcoli di struvite e nella riduzione delle loro recidive; è inoltre importante per la gestione della FIC.
Un alimento dietetico formulato con un contenuto di sodio leggermente superiore favorisce il consumo di acqua in totale sicurezza; inoltre l’integrazione di alimenti umidi nella dieta aiuta ad aumentare la quota idrica assunta2,3. Questi alimenti dietetici hanno inoltre un contenuto calorico moderato, quindi possono essere utili nella gestione dell’obesità, che è un fattore di rischio per lo sviluppo della FLUTD.

Poiché i fattori di stress ambientale possono essere un elemento scatenante per la FIC, una delle maggiori sfide può essere quella di collaborare con i proprietari per la gestione e l’arricchimento dell’ambiente domestico, specialmente in una famiglia dove sono presenti più gatti. Infatti i gatti amano vivere in un ambiente domestico dove possono sentirsi al sicuro. È importante quindi che il proprietario verifichi che ci siano risorse sufficienti per tutti i gatti fornendo cucce, giacigli in zone elevate, lettiere pulite e giochi a disposizione.
Tutto ciò aiuta nella gestione a lungo termine della FLUTD4.

È essenziale educare i proprietari a mettere in pratica il cambio di alimentazione e le modifiche dell’ambiente domestico. Il primo passo è quello di farsi raccontare dettagliatamente il loro stile di vita e le loro abitudini per poi costruire un piano di assistenza personalizzato per consentire di apportare i cambiamenti e monitorarne insieme i progressi5.

Le diete umide forniscono una quota idrica supplementare per una migliore idratazione e ad una minore concentrazione urinaria6

Il grafico sottostante mostra come l’aumento della percentuale di cibo umido nella dieta aumenti il volume urinario e diminuisca l’USG (peso specifico urinario), riducendo il rischio di FLUTD.

Purina® Pro Plan® Veterinary Diets UR St/Ox Urinary

Soluzioni nutrizionali dall’efficacia scientificamente dimostrata
per la gestione nutrizionale dei gatti con la FLUTD

LOW RSS Con la sicurezza urinaria St/Ox, per ridurre il rischio della formazione di cristalli e calcoli urinari di struvite ed ossalato
STRUVITE DISSOLUTION Promuove la dissoluzione di calcoli urinari di struvite
MODERATE KCAL Apporto calorico moderato per aiutare a mantenere il peso corporeo ideale (il sovrappeso e l’obesità rappresentano un fattore di rischio per lo sviluppo della FLUTD)

1. Lulich J.P., Berent A.C., Adams, L.G., et al. (2016). ACVIM Small Animal Consensus Recommendations on the Treatment and Prevention of Uroliths in Dogs and Cats. J Vet Intern Med. 30(5):1564-1574
2. Xu H., Laflamme D.P., Bartge J.W., Long G.L. (2006) Effect of Dietry Sodium on Urine Characteristics in Healthy Adult Cats, ACVIM Abstract:J Vet Intern Med, 20: 738
3. Buckley C.M, Hawthorne A, Colyer A, Stevenson A.E (2011) Effect of dietary water intake on urinary output, specific gravity and relative supersaturation for calcium oxalate and struvite in the cat. Br J Nutr. 106 Suppl 1:S128-30
4. Herron ME, Buffington T, (2010) CAT. Environmental enrichment for indoor cats. Compend Contin Educ Vet. 32, E1–E5
5. Herron ME, Buffington T, (2012) Environmental Enrichment for Indoor Cats: Implementing Enrichment, Compend Contin Educ Vet. 34(1), E3
6. Greco, D., Xu, H., Zanghi, B., et al. (2014) The effect of feeding inversely proportional amounts of dry versus canned food on water consumption, hydratation and urinary parameters. WSAVA Proceedings, 39